L’articolo 2 dello statuto dell’ATC recita:

L’associazione ha lo scopo di promuovere e valorizzare l’ambiente e la fauna selvatica nel rispetto della normativa vigente, di organizzare l’attività e il prelievo venatorio in armonia con il patrimonio faunistico disponibile nonché di favorire e proteggere lo svolgimento delle attività agricole sul territorio di competenza.

L’ATC assolve a queste funzioni mediante l’applicazione di attività di gestione specifiche come:

Il ripopolamento faunistico

La realizzazione dei miglioramenti ambientali

Controllo delle specie antagoniste

Oltre alla normale gestione l’ATC realizza particolari progetti detti “finalizzati che hanno la funzione di approfondire particolari problematiche inerenti specie di interesse faunistico – venatorio.

Il ripopolamento faunistico e la realizzazione dei miglioramenti ambientali rappresentano il maggior investimento economico dell’Ente (vedi bilanci).

Le immissioni, che ormai si ripetono da anni, vengono effettuate esclusivamente con selvaggina di qualità sia all’interno dei recinti di ambientamento che accolgono fagiani di età compresa tra 60-90 giorni, sia sul Territorio a Caccia Programmata con soggetti giovani con lo stesso metodo del recinto e con adulti, atti alla riproduzione.